3 Gen 2017

IVG: incidenza e conoscenza tra le adolescenti ed il ruolo dell’Ostetrica

image

“Sei incinta?” “..e mo t’arrangi!!!” Questa è stata la risposta data a Vittoria, una donna calabrese, proprio come me, che parla nella lingua della sua terra e della sua gente, nel monologo di Saverio La Ruina, “La Borto”. Vittoria ha 28 anni e già 7 figli, ecco perché lei come tante altre donne, si sottopone al tentativo di abortire l’ennesimo figlio che arriva quando uno è ancora al seno e l’altro nella culla, fatto dalle mammane e con i ferri da calza, fra atroci sofferenze. Questo è quello che accadeva nella Calabria degli anni ’70, mentre oggi, in seguito all’attuazione della Legge 194/78 contenente le norme per la tutela sociale della maternità e per l’interruzione volontaria della gravidanza, l’aborto viene praticato in regime di day hospital e con metodiche atte a proteggere la vita della donna. Accanto a questo, il ruolo dell’ostetrica per la promozione della salute e il sostegno alla donna possono fare la differenza.